In Altai per il servizio di eliambulanza è ora disponibile l’elicottero Mi-8

In Altai per il servizio di eliambulanza è ora disponibile l’elicottero Mi-8

На Алтае на службу санитарной авиации поступил вертолет Ми-8

Nella Repubblica di Altai è diventata di dominio pubblico la notizia tanto attesa: c’è un nuovo Mi-8 al servizio dell’aviazione sanitaria, un elicottero del 2016. Questo è stato possibile grazie al progetto statale per lo sviluppo dell’aviazione sanitaria nel paese.

L’aereo è dotato di un moderno modulo medico, progettato per effettuare le terapie necessarie al paziente già durante il volo. Inoltre, questo modulo consente di salvare la vita e la salute non di uno, ma di due passeggeri.

Cosa Include questo modulo? Apparecchiature di rianimazione, un complesso per la terapia intensiva, nonché il monitoraggio della salute del paziente.

На Алтае на службу санитарной авиации поступил вертолет Ми-8

Aviazione sanitaria in Altai

La Repubblica di Altai insieme a altre regioni russe partecipa al programma federale, nell’ambito della quale si prevede di migliorare la tempestiva assistenza medica agli abitanti dei luoghi difficili da raggiungere.

L’attuazione del progetto è iniziata nell’anno 2017. Lo scorso anno nella Repubblica di Altai, gli aeromobili dell’aviazione sanitaria hanno effettuato 175 voli, sono riusciti ad evacuare e assistere 282 vittime, tra le quali sono stati i pazienti con ictus e infarti, persone ferite e partorienti.

Nel 2018 (considerato il periodo da gennaio a giugno) il servizio sanitario di Altai si è reso operativo 47 volte su richiesta dei cittadini e ha fornito assistenza a 72 residenti, tra i quali neonati.

Va notato che prima le possibilità dell’aviazione sanitaria di Altai erano molto strette. Prima, a bordo era assente attrezzatura speciale, i medici dovevano portarla a bordo con loro, che complicava molto il lavoro. Secondo, i servizi erano troppo costosi. Oggi la situazione è cambiata in meglio.

Attualmente, l’aviazione sanitaria di Altai copre 190 località, con circa quaranta di loro situati in aree difficili da raggiungere.

admin

I commenti sono chiusi